Hic Lux Capta Est

Visual body art performance

    Hic Lux Capta Est 2015

    installazione di visual-body-art con le opere musive virtuali di Dusciana Bravura
    direzione artistica Nicola Strocchi e Giacomo Banchelli
    performer Giulia Cesari
    software designer e regia live Riccardo Deserti

    Qui la luce, viene catturata, sgorga da più fonti e diventa una preda che può essere manipolata dentro le mura di un luogo. Qui la luce si trasforma in mosaico e riveste il corpo dietro le sbarre dello spazio buio che illumina. Il mosaico si spalma sulle forme dell’essere umano e ne prende le sembianze, il corpo a sua volta diviene mosaico: insieme si fondono e creano un essere nuovo che ne porta entrambe le caratteristiche ma senza identificarsi in nessuna delle due.

    Il corpo di luce si mostra dentro una gabbia nera che lo costringe e lo lascia vedere, sa di non poter fuggire, ma attira a sé gli occhi degli altri catturandone la luce e rinchiudendola a sua volta.