hic lux capta est

    Hic Lux Capta Est – Notte d’Oro 2016

    1080 608 Capta Lux . Studio

    MAR - 7 ottobre 2016 - Anteprima Notte d'Oro

    Chiostri Francescani - 8 ottobre 2016

    Hic Lux Capta Est – Rasponi Open Space 2015

    1080 719 Capta Lux . Studio

    Durante la “serata danzante” conclusiva del Rasponi Open Space, iniziativa organizzata per coronare Ravenna Capitale Italiana della Cultura 2015, gli spazi dello storico Palazzo Rasponi dalle Teste sono diventati palcoscenico e sfondo della performance live “Hic Lux Capta Est”.

    Installazione di visual-body-art
    con le opere musive virtuali di Dusciana Bravura
    da un’idea di Nicola Strocchi
    direzione artistica Nicola Strocchi e Giacomo Banchelli
    performer Giulia Cesari
    software designer e regia live Riccardo Deserti

    Arch Skin – architect@work 2015 – Düsseldorf

    1080 608 Capta Lux . Studio

    logo Arch Skin

    Arch Skin è un’azienda con sede a Mosca che realizza e commercializza finiture di pregio per spazi residenziali e pubblici utilizzando materiali ceramici di alto livello.

    Abbiamo curato l’allestimento video per lo stand di Arch Skin, presso la fiera di architettura architect@work 2015 tenutasi a Düsseldorf il 2 e 3 dicembre 2015, preparando una video performance e un mapping 3D con le textures dei materiali commercializzati.

    Hic Lux Capta Est 2015

    1080 608 Capta Lux . Studio

    installazione di visual-body-art con le opere musive virtuali di Dusciana Bravura
    direzione artistica Nicola Strocchi e Giacomo Banchelli
    performer Giulia Cesari
    software designer e regia live Riccardo Deserti

    Qui la luce, viene catturata, sgorga da più fonti e diventa una preda che può essere manipolata dentro le mura di un luogo. Qui la luce si trasforma in mosaico e riveste il corpo dietro le sbarre dello spazio buio che illumina. Il mosaico si spalma sulle forme dell’essere umano e ne prende le sembianze, il corpo a sua volta diviene mosaico: insieme si fondono e creano un essere nuovo che ne porta entrambe le caratteristiche ma senza identificarsi in nessuna delle due.

    Il corpo di luce si mostra dentro una gabbia nera che lo costringe e lo lascia vedere, sa di non poter fuggire, ma attira a sé gli occhi degli altri catturandone la luce e rinchiudendola a sua volta.